IMPATTO ZERO

Utilizziamo solo scooter elettrici alimentati da energia rinnovabile

WHATSAPP

Richiedi il servizio comodamente da Whatsapp - da QUI

Limitazioni patente B per anziani: cosa c’è da sapere

La sicurezza stradale è la principale priorità del nostro codice della strada ed è per questa ragione che sono previste delle limitazioni alla patente B per gli anziani. Con l’età i riflessi possono rallentare e alcune patologie possono compromettere la capacità di mettersi al volante.

Esistono quindi dei particolari accorgimenti per il rilascio della patente agli anziani e il rinnovo.  Vediamo allora tutto quello che c’è da sapere sulla durata della patente e sulle limitazioni alla patente B per patologie ed età. Scopriamo anche il rinnovo della patente ogni quanti anni va ripetuto, così da farci trovare preparati al momento della scadenza.

Esiste un limite d’età per il rinnovo patente anziani?

Non esiste nessun limite d’età per il rinnovo della patente e chiunque abbia la capacità psico-fisica per mettersi al volante, può munirsi di regolare titolo di guida. Con l’avanzare dell’età, però, cambiano le tempistiche per il rinnovo della patente, che diventa più frequente.

Fino al compimento dei 50 anni d’età, la patente si rinnova ogni 10 anni. Prima della scadenza, bisogna quindi sottoporsi ad una visita medica per accertare l’idoneità alla guida. La competenza di questi controlli spetta ai medici delle ASL, ai medici militari e agli ispettori medici delle Ferrovie dello Stato.

Le tempistiche per il rinnovo cambiano dopo i 50 anni, infatti superata questa soglia d’età, la validità della patente scende a 5 anni. Gli ultracinquantenni devono quindi sottoporsi alla visita medica per il rinnovo ogni 5 anni.

A partire dai 70 anni bisogna invece rinnovare la patente ogni 3 anni, mentre il rinnovo della patente per gli ultraottantenni va ripetuto ogni 2 anni. Bisogna quindi fare molta attenzione alla scadenza del titolo di guida, per evitare di incorrere in pesanti sanzioni. Chi guida con un titolo di guida scaduto, si vede ritirata la patente e deve pagare una multa da 160 a 644€.

Nonostante l’avanzare dell’età, non è prevista alcuna prova riflessi per il rinnovo della patente, al contrario di quanto previsto per la patente nautica.

limitazioni patente B anziani

Tutte le limitazioni patente per ultraottantenni

Abbiamo visto che le tempistiche del rinnovo della patente per gli anziani sono diverse rispetto agli automobilisti che hanno meno di 50 anni. Resta ancora da vedere se esistono particolari limitazioni per il rinnovo patente dopo 80 anni.

Fino al 2012 gli ultraottantenni dovevano sottoporsi ad esami medici ulteriori per rinnovare la patente. Oggi queste disposizioni non sono più in vigore, perché abolite dal decreto “Semplifica Italia” del 2012.

Le procedure per il rinnovo della patente degli ultraottantenni, sono quindi le stesse degli automobilisti più giovani. È necessario rivolgersi all’ASL oppure ad un’autoscuola, in modo da fissare la visita medica e verificare le condizioni psico-fisiche del guidatore.

In situazioni particolari, il medico può richiedere un’ulteriore visita presso una commissione medica locale. Questa visita è richiesta quando ci sono dei dubbi in merito alla capacità dell’anziano di mettersi al volante.

In questi casi la commissione medica effettua dei controlli più approfonditi e può prevedere alcune limitazioni alla guida. Ad esempio i medici possono disporre l’utilizzo di occhiali da vista o di apparecchi acustici. Possono inoltre prevedere il divieto di superare una data velocità oppure possono imporre all’anziano di guidare entro un raggio di chilometri dalla propria residenza.

Alcune limitazioni patente B per anziani che interessano gli ultraottantenni, riguardano invece il momento in cui l’anziano si mette al volante. Infatti, la commissione può disporre che l’automobilista guidi solo in orari diurni, a partire da un’ora prima dell’alba e non più tardi di un’ora dopo il tramonto.

Si tratta di limitazioni che risultano piuttosto pesanti durante i mesi invernali, quando le giornate si accorciano e le ore di luce sono di meno. È bene sapere che queste limitazioni sono piuttosto rare e rappresentano comunque un buon compromesso per continuare a guidare anche in età avanzata.

Non sono previste limitazioni di cilindrata per gli ottantenni, ma il buonsenso suggerisce di guidare sempre con la massima prudenza, anche quando si guida un veicolo molto potente e veloce.

Limitazioni patente B per patologie

Finora abbiamo parlato di limitazioni patente B per anziani, ma bisogna anche sapere che in presenza di alcune patologie la patente non si può rinnovare. Si tratta di patologie che compromettono la capacità di guidare in sicurezza ed è bene conoscere quali sono.

Chi soffre di Osas, sindrome delle apnee ostruttive nel sonno, non può respirare bene durante la notte e questo problema può causare una forte sonnolenza durante il giorno. Visto che molti incidenti stradali sono legati ai colpi di sonno, in questo caso i medici possono decidere di non rinnovare la patente, in base alla gravità della patologia.

Anche il rinnovo patente dei cardiopatici può incontrare qualche ostacolo. Alcune patologie cardiache possono comportare una menomazione, anche temporanea, delle funzioni cerebrali (come nell’ipotesi dell’ictus) che può mettere a rischio la sicurezza stradale. Nelle ipotesi più gravi i medici negano il rinnovo, mentre in altri casi possono essere previste limitazioni o una validità più breve della patente.

Il rinnovo patente dopo gli 80 anni con diabete non è per nulla scontato, soprattutto quando si tratta di diabete mellito. Indipendentemente dall’età, chi soffre di ipoglicemia grave e ricorrente, si vede negato il rinnovo se sono trascorsi meno di 3 mesi dall’ultimo episodio di ipoglicemia, mentre negli altri casi saranno i medici a valutare caso per caso.

Tra le patologie che possono ostacolare il rinnovo della patente ci sono anche quelle di tipo neurologico, soprattutto quando la malattia può comportare delle alterazioni sensoriali, muscolari e motorie. Per verificare la corretta funzionalità del sistema nervoso, il medico può richiedere all’automobilista di azionare i comandi dell’auto per valutare i riflessi.

Anziani e sicurezza alla guida

Se nonostante l’età avanzata, sei perfettamente in grado di guidare, puoi metterti al voltante senza problemi. Di certo un po’ di prudenza in più non guasta, ma questa è una regola di buonsenso che in realtà si applica ad ogni età.

Se invece non ti senti sicuro perché i riflessi non sono più quelli di una volta, allora puoi anche evitare di uscire in auto e utilizzare invece dei servizi che ti permettono di fare a meno del tuo veicolo e della patente. Oggi anche per fare la spesa, puoi richiedere i servizi di consegna a domicilio, che sono efficienti ed economici.

Se invece hai bisogno di farmaci ricorrenti e vuoi evitare di andare in farmacia e dal tuo medico curante per la ricetta, puoi contare su Farmascooter. A bordo di scooter ecologici, i fattorini di Farmascooter vanno dal medico e nella tua farmacia di fiducia. Fanno quindi la fila al posto tuo e tu non hai bisogno di metterti al volante.

I farmaci ti vengono consegnati in una busta chiusa e anonima per garantire la tua riservatezza. Oggi puoi scegliere Farmascooter in modalità abbonamento, se acquisti farmaci con una certa frequenza, oppure puoi richiedere anche una singola consegna rapida, per avere i tuoi medicinali entro 3 ore.

Poter guidare l’auto anche in età avanzata è una grande comodità, ma anche chi non può o non vuole mettersi al volante, può richiedere i servizi di consegna a domicilio di farmaci. Scopri tutta la convenienza di Farmascooter e richiedi il servizio senza muoverti da casa.

Clicca per condividere

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email

Argomenti correlati

Prova il servizio. 30 giorni di consegne gratuite